Bilancia dei Pagamenti

La bilancia dei pagamenti è un documento contabile che cataloga le transazioni in entrata ed in uscita del paese. Per transazione in entrata si intende un movimento di capitale dall’estero all’Italia. Per transazione in uscita si intende un movimento di capitali dall’Italia all’estero.

La bilancia dei pagamenti è suddivisa in:

  • conto delle partite correnti (o bilancia commerciale) che cataloga esportazioni e importazioni di merci e servizi.
  • conto capitale che cataloga i movimenti di attività finanziarie e reali come royalties, immobili e titoli.
  • conto finanziario che cataloga il flusso di capitali in uscita e entrata.
  • infine errori e omissioni portano la somma totale delle tre precedenti sezioni a zero. I dati sulle importazioni/esportazioni di merci e capitali sono forniti da molteplici enti terzi, quindi è probabile che siano parziali, statistici e/o previsionali.

La bilancia dei pagamenti ha sempre valore zero, poiché i surplus/deficit nelle esportazioni/importazioni sono sempre azzerati dal flusso di capitali in uscita/entrata. Notiamo in figura 1 che il conto delle partite correnti è speculare alla somma fra conto capitale, conto finanziario e errori e omissioni.

bilancia dei pagamenti italia
Figura 1: I saldi della Bilancia dei Pagamenti italiana dal 1994 al 2013 (1)

In altre parole, se esporto più di quanto importo, il saldo commerciale è positivo (surplus commerciale), quindi importo capitale dall’estero con l’acquisto di prodotti italiani da parte di cittadini stranieri. Di conseguenza esporterò la stessa quantità di capitale azzerando la differenza fra saldo commerciale e saldo finanziario. Se importo più di quanto esporto, il saldo commerciale è negativo (deficit commerciale), quindi esporto capitale all’estero con l’acquisto di prodotti stranieri da parte di consumatori italiani e dovrò importare la stessa quantità di capitale azzerando la differenza fra saldo commerciale e saldo finanziario.

‘Ne deriva la non intuitiva conseguenza che un segno positivo nei movimenti di capitali significa che il paese si sta indebitando (stanno entrando soldi che dovranno essere restituiti, perché sono solo prestati, non guadagnati – come sarebbe se gli stessi soldi entrassero a fronte dell’esportazione di merci).’ (1)

Fonti

  1. Bagnai, Alberto. http://goofynomics.blogspot.com/2014/10/le-lezione-di-oggi-la-bilancia-dei.html. [Online]